L'associazione deciba ha monitorato con estrema attenzione la situazione bancaria di queste settimane, dato gli ultimi accadimenti, sia storici che attuali della banca senese, la Monte Paschi di Siena le cui vicende vanno avanti da circa 2 anni con continue iniezioni di capitale da parte dei soci e cambi del management.

Deciba ritiene che il richio di vedere il ripetersi delle scene della banca Etruria sia molto elevato, proprio per evitare questo ha rilasciato un comunicato stampa a tutti i risparmiatori della Mps.

Il comunicato stampa è stato rilasciato dopo le ultime parole pronunciate dalla corte dell'Unione Europea di giustizia: <La condivisione degli oneri da parte degli azionisti e dei creditori di obbligazioni subordinate come pre-requisito di una autorizzazione, da parte della Commissione (Ue), per erogare aiuti di Stato a una banca con problemi di capitale non è contraria alla legge Ue>.
Questo significa che prima di salvare le banche con gli aiuti di stato (il famoso bail-out), i soggetti che dovranno salvare le banche saranno i risparmiatori (bail-in), ovvero: gli azionisti, detentori di obbligazioni subordinate, correntisti con conti superiori a 100.000 euro.
E diversi detentori di obbligazioni subordinate emesse da banche, potranno fare la stessa fine dei risparmiatori che avevano sottoscritto bond di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara.

Di seguito vi riportiamo il comunicato stampa di D.E.C.I.BA.

Ebbene si, tramite un settimanale nazionale, le banche sono state messe sotto un'attenta lente di ingrandimento, la scoperta è sensazionale, lo scoop è che la nota banca Monte Paschi di Siena rischia di diventare la nuova banca Etruria 2.0, ma in quanto affidabilità si trova al 14 posto della classifica nazionale, mentre la banca berlusconiana si piazza solo al 18 posto!!!!

La Mediolanum perde colpi? È costruita davvero intorno a noi?

A difesa della banca di Berlusconi, che si è piazzata benissimo in classifica come indice di meno sofferenza rispetto a tutte le altre banche, infatti risiede al 1° posto, mentre la Mps penzola in fondo alla classifica.

Cosa dobbiamo aspettarci? Bhè il governo Renzi e la Bce hanno già fatto un accordo per salvaguardare le banche, ma sembra che questo non basti per avere garanzie certe.

Di sicuro il tempo ci sarà d'aiuto!.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

In collaborazione con:

Contattaci

 

Vai all'inizio della pagina