Queste domande, soprattutto negli ultimi anni, sono divenute molto frequenti. Infatti, sia i privati sia gli imprenditori, grazie alle informazioni acquisite da diverse forme di comunicazione (a dire il vero non sempre precise e/o esaustive), hanno manifestato alcune perplessità circa la conformità dei rapporti contrattuali intrattenuti con i propri Istituti di Credito.

Specialmente in questo periodo di forte crisi del settore finanziario, le irregolarità compiute dalle banche non sono rare e sporadiche, ma sempre più frequenti: infatti tra le previsioni più diffuse, rientrano fenomeni quali: usura bancaria, anatocismo, commissioni illegittime e modifiche non concordate delle condizioni contrattuali.

Analizziamo, nello specifico, l’ipotesi di usura. Indipendentemente dalle varie forme che può assumere (originaria alla stipula del rapporto o sopravvenuta in corso di rapporto), l’usura si verifica nel momento in cui l’istituto di credito o l’intermediario finanziario, pattuisce e quindi percepisce interessi superiori rispetto a quanto stabilito dalla normativa di legge. Quindi, per consentire la verifica del superamento dei tassi massimi praticabili, i quali variano a seconda della tipologia contrattuale (c/c, leasing, mutui, finanziamenti alle famiglie/imprese etc etc), bisogna confrontare il tasso applicato dall’ Istituto di Credito con quello fornito trimestralmente dalla Banca d’Italia (c.d. tasso soglia/usura).

Il superamento di suddetto tasso periodico, fa configurare, dunque, l’usura bancaria.

Ma quali sono i rimedi e gli strumenti utilizzabili in queste situazioni?

Innanzitutto, per verificare l’effettivo superamento del “tasso soglia” o comunque la presenza di ulteriori anomalie bancarie, è opportuno rivolgersi a professionisti in grado di analizzare specificatamente ogni singolo rapporto contrattuale.

Solo in caso di accertamento positivo (quando l’usura è presente) è possibile sia contestare le anomalie riscontrato e conseguentemente ottenere la restituzione delle somme corrisposte, sia ottenere un vero e proprio “blocco” delle eventuali procedure pendenti (ad es. esecuzioni immobiliari) fino all’accertamento del corretto “dare avere” tra le parti.

 “Un consiglio decisamente importante”, afferma l’Avv. Pagano “è quello di rivolgersi esclusivamente a soggetti specializzati in materia. Infatti, siccome l’usura bancaria rappresenta un fenomeno difficile da eliminare, poiché basato sullo sfruttamento della necessità di denaro di famiglie ed imprese, è necessario affidarsi a soggetti competenti nel settore che sappiano consigliare la migliore strategia da attuare”.

obbligazioni rischi

Queste sono solo alcune direttive e consigli per combattere il fenomeno dell’usura bancaria, per ulteriori informazioni contattare 

Deciba Associazione 0521.241417  cell 338.1063708

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per chi non fosse ancora a conoscenza dell'avvenimento, “Equiclick” ha fatto il suo ingresso nel mondo dello smartphone!.

In pratica sarà sempre con voi, quando andrete a mangiare una pizza, a comprare dei mobili per la casa, a potare il giardino, insomma, un po' come l'anima gemella, solo che Equitalia di “gemello” non ha proprio niente, se dovessimo trovare un paragone, Equitalia sarebbe la suocera insopportabile.

LA MISSION:  pare proprio che Equitalia stia per arrivare al suo zenit!. Davvero? 

Il premier Renzi ha annunciato la cancellazione di Equitalia per il 2018, l'accadimento sarà graduale, ma non preoccupatevi, la sua anima non vi lascerà da soli. 

Vi riportiamo le sue parole: <Equitalia va cancellata entro il 2018, prima di cambiare il nome, cambiamo il meccanismo. Intanto ti mando per sms tutte le scadenze, poi c’è un’applicazione in cui paghi con un click”>.

 

 

 

 

Il caso: che il futuro fosse lo smartphone non c'era alcun ombra di dubbio, ormai è assodato, pare proprio che Equiclick diventerà Equitalia 2.0, cartelle esattoriali via app: notifiche del fisco via sms, il pagamento dei debiti con un click. 

In parole povere uno stalker, ricordandoti che è sempre con te. Un po' come il ritornello della canzone “non ti scordar mai di me”.

Entro il 2018 questa app avrà un importante crescendo, la riscossione dei debiti Equitalia iscritti a ruolo verrà quindi semplificata e velocizzata.          

Il nostro premier ha rispettato il cerchio della vita, con una cosa che muore, un'altra nasce.

Noi siamo dell'opinione che determinati argomenti non dovrebbero toccare il telefono, bensì, dovrebbero essere “privati”, se ti rubano il telefono? Chiunque potrebbe venire a conoscenza della tua situazione fiscale. 

E voi che ne pensate? Per ogni controllo su Equitalia o qualsiasi delucidazione non esitate a contattarci:

E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Telefono : 0422 456003

Mob: 349 9480562

Fax: 0422 451267

 

 

 

 

 

                      

 

 

 

 

Avevamo già parlato del caso Deutesch banck e della sua diminuzione del

capitale (-115 miliardi), in questi giorni, la nota banca ha annunciato la

chiusura di 200 filiali in tutta l'euro-zona, nel loro sito la banca si giustifica 

comunicandoscelta di austerità è stata resa necessaria dal passaggio della clientela

ai servizi online” .

 

Nel frattempo in Germania è scoppiato uno sciopero (pacifico).

Ancora non siamo certi se lo sciopero è strettamente legato ai tagli della banca,

quello in cui  siamo certi però, che già dallo scorso giugno la banca aveva

annunciato il taglio di 3000  posti di lavoro, e che nei prossimi 3 anni si

prevede un taglio del personale di circa 9000 persone.

La domanda sorge spontanea! Dato quello che è accaduto alla Deutesch banck, e

il suo crollo  in borsa nell'ultimo anno, perché giustificare il taglio del personale? Non

era più corretto essere sinceri nei confronti dei suoi dipendenti? Lincenziarli dicendo

loro la verità? 

 

Dire la verità ai propri dipendenti magari non gli farà riavere il posto di lavoro, ma

almeno da un ottica di etica, moralità, dignità, era d'obbligo.

Non ci resta che augurare ai dipendenti licenziati un nuovo lavoro, 

all'amministrazione della banca un esame di coscienza.

 

IL VIDEO DI UNO DEI PRESENTI: ( la marcia Mehringdamm sino al centro di Berlino)

 

Controllare la Banca è un lavoro serio e deve essere svolto da professionisti di alto livello, questi ultimi 5 anni il settore è stato inflazionato da società commerciali e pseudo associazioni che hanno creato false illusioni con facili promesse e conteggi matematici di pura fantasia.

Oltre alla banche l’utente ha un nuovo “nemico” l’incompetenza professionale, molti pensano che trattandosi tutto di matematica, la questione sia oggettiva, errore, la matematica ha solo valore nel controllo dei rapporti bancari, ci sono altre varianti in questione da tenere in seria considerazione.

La moda di comprare una PERIZIA ECONOMETRICA con l’illusione di andare in banca e farsi restituire i soldi è falsa, commercialmente funziona, soluzioni facili ad un problema complesso, diffidate da chi fa tutto troppo facile.

L’ASSOCIAZIONE D.E.C.I.BA ritiene che in Italia la professionalità in questo settore è molto scarsa, solitamente i grandi risultati non sono stati ottenuti da società importanti.

Opinioni discordanti

In questo settore c’è chi vince è c’è chi perde, eppure la legge è uguale per tutti, la grande differenza è fatta dai professionisti, attualmente non esiste un’elenco preciso di chi ha ottenuto risultati e chi no; DECIBA annuncia la ricerca in corso, prossimamente pubblicherà un documento di valutazione professionale in questo settore.

LA PERIZIA ECONOMETRICA

Le perizie sono di diverso tipo e di diverso livello, quando si tratta di perizie non dovete cercare il costo più basso ma il livello più alto.

SELEZIONE DECIBA

L’associazione DECIBA è molto rigida nella selezione, pensate che solo nel 2016 le richieste di collaborazione sono state oltre le 100 unità, per ora solo il 5% ha passato “l’esame” di DECIBA. La valutazione del professionista viene fatta a più livelli, moralità, trasparenza, capacità, l’intenzione DECIBA è sempre la stessa, tutelare il cittadino anche dai scarsi professionisti che sbavano dietro ad un potenziale cliente, di fatto, rubandogli i suoi soldi, attraverso un servizio scadente.

Sono nate molte società del settore con residenza estera, affidatevi a professionisti con sede in Italia, in caso contrario ci saranno dei problemi di informazione e serietà.

Questi consigli sono utili a comprendere elementi di selezione, in caso contrario rivolgetevi a DECIBA che vi indicherà professionisti già selezionati.

investimento_deciba_controllo_illeciti_bancari

Sembra una notizia bufala, ma in realtà non lo è, il costo di una pre-analisi seria per verificare eventuali illeciti su un conto corrente aziendale è questa:

Specifichiamo il termine “serio”, infatti, si possono trovare pre-analisi sia a pagamento che gratuite, per quanto riguarda le pre-analisi gratuite, solitamente, non sono svolte tutte le indagini che dovrebbero essere fatte.

Interpellata D.E.C.I.BA leader ed esperta del settore

Un’analisi seria richiede tempo, abbiamo verificato che le pre-analisi gratuite dei conti correnti sono molto approssimative, teniamo presente che una pre-analisi seria è quasiuna perizia, difficilmente una società potrebbe avere una sostenibilità adeguata per fare un lavoro preciso.

Le società commerciali sono molte, solitamente le pre-analisi gratuite sono semplicemente un addizione degli interessi versati.

deciba-usura-oggettiva-soggettiva

Chi effettua questo tipo di pre-analisi troverà probabilmente usura soggettiva e usura oggettiva, matematicamente l’usura soggettiva è parlare di qualcosa che ipoteticamente esiste, ma solo attraverso fatti potrà essere dimostrata davanti al giudice.

L’abilità del professionista sta proprio in questo, trasformare “l’ipotetico” riscontrato in un concreto fatto reale.

Ringraziamo DECIBA

 

IMPENSABILE HO SPESO 250 EURO PER PRENDERNE 550 MILA EURO

Il controllo dei conto correnti è un business enorme, molti non sanno l’esistenza di una perizia econometrica, attraverso un’indagine è possibile verificare quanto la banca eventualmente ci deve restituire.

Questo è un lavoro specifico, se il vostro avvocato o commercialista non vi ha mai parlato di questa opportunità difficilmente potrete definirli esperti.

Per saperne di più

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DECIBA PROFESSIONAL

Info 0521/241417

Un costo da sostenere, dove potrebbe cambiare radicalmente l’economia aziendale della tua impresa.

13612133_1045223782193807_1787412315832955459_n

Fai come le tante aziende che si sono fidate di DECIBA e hanno risolto i loro problemi finanziari, affidati a dei professionisti esperti in diritto bancario!deciba-spesa-investimentoÈ interessante e conveniente effettuare un controllo in caso di affidamento bancario; i conti correnti dove non hanno utilizzato prestiti o denaro della banca solitamente non sono interessanti.

bari_disastro_andria_morti_pendolari

Solidarietà assoluta ,nel 2016 non è possibile accadano ancora questi incidenti 

L’incidente in un tratto a binario unico. Bambino estratto vivo da uno dei convogli. Emergenza sangue: in tanti in ospedale ad Andria e al Policlinico per donare. Il sindaco di Corato: “Sembra un disastro aereo”

Venti morti e oltre 30 feriti, molti dei quali incastrati nei convogli, in uno scontro frontale fra due treni di linea delle Ferrovie Nord Barese avvenuto in mattinata sul tratto a binario unico tra Andria e Corato. Ma il bilancio delle vittime, fanno sapere dalla Protezione civile, sembra purtroppo destinato ad aumentare. Le prime carrozze dei due treni sono accartocciate.

L’ospedale da campo e gli psicologi. Tra i feriti soccorsi negli ospedali di Andria, Barletta e Bisceglie – 18 dei quali sono in gravi condizioni – c’è anche un bambino di pochi anni portato in ospedale a bordo di un elicottero. Nella zona dell’incidente è stato allestito un ospedale da campo per i primi soccorsi. La Asl ha messo in campo un coordinamento psicologico sia sul luogo della tragedia sia negli ospedali in collaborazione con l’Ordine degli psicologi. Le salme verranno trasferite all’Istituto di medicina legale di Bari. “Dov’è mia figlia? Vi prego, fatemela vedere”. Sono state queste le parole di una mamma giunta all’ospedale di Barletta, alla ricerca di sua figlia, di cui sa solo che era in treno. Ha saputo – racconta – che è rimasta ferita nell’incidente e nulla più. “Sono stata all’ospedale di Corato, poi a quello di Andria: ditemi che è qui è che sta bene”.

donazioni-sangue-incidente-bari-serve-sangue

A causa del disastro ferroviario che ha colpito le nostre città e quelle limitrofe, c’è urgente bisogno di sangue, gruppo sanguigno 0 positivo.
Per l’occasione il centro emotrasfusionale dell’ospedale di Andria sarà aperto anche questo pomeriggio.
Fate girare in altri gruppi: Urgente.

DIFFONDI L’INFORMAZIONE

Più volte abbiamo espresso fiducia nella Magistratura, riteniamo che facciamo il loro dovere in modo efficiente e serio. Pensiamo che è anche grazie a loro che stia in piedi la nostra Costituzione, spesso si parla dei pochi errori ma non si tiene presente del loro lavoro quotidiano che ogni giorno ci difende dalle ingiustizie.

Abbiamo osservando le varie differenze di giudizio, la differenza a nostro modesto parere è la difesa presentata, non il Giudice compromesso da qualche lobby.

L'esempio palese è stato il Tribunale di Padova dove il giorno prima sentenzia il torto di un cliente che ha fatto causa alla banca e il giorno dopo ilnGiudice Caterina Santinello sotto nostra richiesta sospende un'asta giudiziaria per Usura Bancaria.

Parole del nuovo presidente della Magistratura Italiana Dott.Piercamillo Davigo, dove nell'intervista Sky dichiara:

<La criminalità dei colletti bianchi fanno più vittime incomparabilmente più elevato della micro criminalità> la frase contestualizzata sull'argomento “TRUFFA PARMALAT” .

Un chiaro messaggio del Presidente Davigo, anche i colletti bianchi devono stare attenti.

Dobbiamo avere fiducia nei Giudici, la Legge funziona e anche le Banche pagano ogni giorno risarcimenti, ci sono differenze enormi fra quello che accade nei giornali e quello che accade nelle aule dei Tribunali.

Controllate la vostra banca e chiedete i vostri diritti.

commento_consulcesi_mutuo_pubblcita_ingannevole

Dalla rete : Dott. Vincenzo Marotta : Oggi ho ricevuto una email in cui mi chiedono di pagare rata di adesione ad consulcesi club per Euro 418,80 di cui non conoscevo esistenza . Al telefono una certa KATIA mi dice che solo il primo anno era gratis poi dovevo disdire enti 30 giorni e che sicuramente avevo dato la mia adesione .A ME SEMBRA UNA TRUFFA e adesso mi rivolgo ad un legale .DIFFONDIAMO queste notizie cosi evitiamo che altri subiscano da questi che hanno la sede legale in SVIZZERA ! FIRMATO DOTT VINCENZO MAROTTA 

ALTRA TESTIMONIANZA

ANNALISA FARRIS 

Sono ben 13 anni ormai quasi 14 che verso una rata per la causa rimborsi ,ma mi rinviano da Giugno a Dicembre da Dicembre a Giugno come un cane che si morde la coda ! ho perso ogni speranza .Non ho mai conosciuto nessuno dal vivo che abbia incassato soldi ….

CONSULCESI “PUBBLICITA’ INGANNEVOLE MUTUI” I DUBBI 

Il business degli illeciti bancari è diventato milionario, sono molte le società del settore, nel web troviamo molta pubblicità di una grande società CONSULCESI SA (società svizzera). In rete nel “diritto bancario ” ci sono oltre 400 società ,nostro impegno è informare per poi fare tute le riflessioni del caso ,fra le più discusse per molto tempo SDL CENTRO STUDI di brescia ,ma le riflessioni devono essere fatte anche su altre società del settore . 

CONSULCESI SA 

Nel sito ufficiale sono evidenziate le varie sedi, Lugano, Londra, Miami, Roma, Tirana . 

Non si comprende quale sia l’attinenza di tutte queste sedi per la pubblicità ingannevole sui Mutui, probabilmente sarà per l’attività madre, infatti pare sia esperta più nel campo medico. 

Nel sito l’immagine che compare in prima pagina 

RECUPERA FINO A 80.000 Euro ogni 200.000 Euro Erogati .

consulcesi_societa_pubblcita_ingannevole_deciba_dubbi_commenti

Questa affermazione mette dubbi in quanto è un parametro troppo variabile 

Continua 

40 Milioni già rimborsi per irregolarità bancaria e finanziarie 

Anche questo spot risulta essere approssimativo, questo denaro per cosa è stato recuperato? Le persone potrebbero pensare proprio per la pubblicità ingannevole, considerando che l’attività di business non è di lunga data è improbabile che questa cifra sia relativa alla PUBBLICITA’ INGANNEVOLE . 

Continua 

SAPEVI CHE 2 MUTUI SU 3 SONO IRREGOLARI? 

RECUPERA FINO A 80.000 EURO OGNI 200.000 EURO EROGATI .
Analisi su un campione di 300 mutui a tasso variabile (fonte partner tecnico Consulcesi ) 

consulcesi_pubblcita_ingannevole_deciba_mutui_rimborso

Sicuramente menzionare per quale motivo sono irregolari darebbe più chiarezza alla pubblicità , il fatto che non si esprima la fonte (nome e cognome) del tecnico fa pensare . La cosa certa è che non essendo una fonte Istituzionale non ha credibilità giuridica il dato. 

SODDISAFATTI O RIMBORSATI 

Ci sono state varie problematiche in questo senso, solitamente le assicurazione rimborsano per soccombenza totale, meglio leggere attentamente queste assicurazioni. 

MEDIAZIONE CIVILE 90 GIORNI PER UN ACCORDO

 

Nel contesto inserito questa pubblicità fa pensare che attivando una transazione con la banca per pubblicità ingannevole la questione si risolva in 90 giorni. Il dato del Ministero si riferisce a tutte le cause relative al Diritto Bancario non quelle della pubblicità ingannevole. 

Non sappiamo se ci siano i presupposti della Pubblicità Ingannevole da parte di CONSULCESI SA sicuramente il tutto non è chiaro, analizziamo lo SPOT IN PRIMA PAGINA . 

Pubblicità ingannevole, usura, anatocismo bancario: Metti in trappola la banca Recupera fino a 80.000 Euro fino a 200.000 di Mutui Erogati.

 

Abbiamo consultato L’associazione D.E.C.I.BA al fine di comprendere meglio la situazione .

Dichiarazione Associazione D.E.C.I.BA
“Consulcesi SA è un grande gruppo, dalle nostre informazioni il suo operato è basato prettamente sul campo del risarcimento medico, probabilmente la società ha scelto anche il business del “diritto bancario “. Le pubblicità non sono chiare, parlare di pubblicità ingannevole, usura e anatocismo insieme, non è corretto, sono argomenti diversi con forza giuridica diversa e procedure differenti. Comprendiamo che sia uno spot pubblicitario ma ci riserviamo accertamenti più approfonditi.”

Abbiamo chiesto delucidazione alla società Consulcesi,per ora nessuna risposta, al fine di rendere chiarezza,sarà nostro impegno (se non ci saranno risposte adeguate ) divulgare testimonianze video e testimonianze firmate . 

Ringraziamo l’associazione DECIBA 

Continua 

SEGUI L’ESEMPIO DI CHI HA SCELTO I NOSTRI SERVIZI LEGALI 

Anche in questo caso non viene menzionato per quali servizi legali e per cosa hanno vinto, l’argomento della pubblicità è “pubblicità ingannevole sui Mutui “. A nostro parere è spesso decontestualizzata , consigliamo di leggere attentamente i documenti che vi verranno presentati prima di firmarli .

consulcesi_testimonianza_usura_anatocismo

Pare che i tecnici esperti siano questi 

jdgroup_usura_anatocismo_dubbi copia

Sicuramente strano vedere il simbolo del GOVERNO in un sito commerciale . 

http://www.jdgroup.it/it/

Entrambi le società non si individuano nelle pagine dei maggiori social Facebook

L'economia europea è in crisi, ormai lo sanno anche i muri di casa vostra.

La Germania è impegnata a disinnescare la bomba chiamata Deutesch banck, e noi non siamo da meno; il fantasma della banca Etruria sembra proprio essere imminente, la sua ombra ormai la si vede chiaramente sotto forma della banca Monte Paschi di Siena, in giro per internet la gente la definisce ormai banca Etruria 2.0!.

La domanda è lecita: la nostra costituzione è mirata a tutelare i risparmiatori che depositano le loro fatiche guadagnate onestamente nei vari conti correnti bancari, e allora perché il governo di Renzi è concentrato a salvare il crack delle banche e no i risparmiatori stessi?

Sia il ministro dell'economia Padoan che Ignazio Visco, all'assemblea ABI ( associazione Banche Italiane) elogiano, il nuovo assetto amministrativo dell'Unicredit, la nuova normativa europea; soffermandosi anche a parlare del Mps e delle banche venete.

Il ministro Padoan dichiara che l'economia italiana è un'economia solida RISPETTO agli altri stati dell'UE; speriamo che un giorno il nostro ministro apra qualche giornale per capire che per ora l'economia europea è davvero in crisi.

Sembra proprio che anche questa volta il governo miri a mettere da parte la costituzione per salvaguardare le banche, tramite le nuove normative europee e gli aiuti di stato (sempre con i soldi dei risparmiatori), insomma, il solito loop che sembra riproporsi un mese si e l'altro pure.

Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia, dichiara <il problema è serio ma può essere gestito>. Ovviamente a lui non ne facciamo una colpa, ogni imprenditore che si rispetti mira a proteggere il suo impero.

Il problema sarà appunto gestito con i soldi pubblici, i TUOI soldi.

Padoan aggiunge anche <il dialogo con le istituzioni europee è continuo, e ha lo scopo di esplorare tutte le modalità di intervento pubblico ammesse dalle regole sugli aiuti di Stato>, anche noi della redazione saremmo forti con i soldi di tutta l'Italia.

Insomma sembra che anche questa volta le banche abbiano superato la potenza della costituzione italiana.

Per le persone che credono nel karma: “quando tiri uno schiaffo, va a finire che un giorno sotto schiaffo ci finisci tu”; è il caso della Germania, il governo della cancelliera negli anni si è abituato a guardare soltanto le tasche degli altri stati, invece delle proprie.

Pare che la crisi in borsa non riguardi solo l'Italia, ma tutta l'Europa.

Il caso: la DEUTSCHE BANCK nell'anno del 2016 ha incassato un duro colpo nella stretta morsa che sta investendo le banche, la nota banca pare proprio che abbia perso un tondo -43% . Finendo sotto inchiesta.

Chissà come reagirà la nostra cara amica Angela Merkel, infatti, pare proprio che ancora il governo tedesco non abbia attuato una contromisura adeguata.

Con i dati alla mano: prima del crac la banca tedesca valeva 130 miliardi, oggi secondo fonti certe, il suo valore si aggira intorno ai 15 miliardi di euro (-115 miliardi di capitale), appena la metà del gruppo intesa.

Un anno disastroso anche per le banche francesi e di tutta l'euro-zona.

L'unica banca a salvarsi in tutta europa è la Hsbc con un andamento negativo introno all'8%.

Le indicazioni che arrivano da chi investe nei capitali sono molto chiare: servono interventi mirati degli stati per salvaguardare il sistema bancario di tutta l'U.E.

La Bce durante il periodo 2008-2014 ha autorizzato aiuti agli stati a favore del sistema bancario, sborsando intorno ai 5 mila miliardi di euro, di cui 800 per le ricapitalizzazioni e di questi 453 miliardi sono stati utilizzati da: Germania, Francia, Spagna e Grecia; l'Italia ha utilizzato appena 8 miliardi di euro per ricapitalizzare le banche.

Alla luce di questa notizia, alla cancelliera Merkel converrebbe risolvere prima i problemi legati a casa sua, invece di andare a contestare qualsiasi mossa da parte della Bce nell'aiutare l'economia dei paesi periferici dell'euro-zona.

Scritto da: Mirco Piccione

Pagina 1 di 2

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

In collaborazione con:

Contattaci

 

Vai all'inizio della pagina