Lecce: annullati € 80.000

Accade a Lecce e può accadere ovunque: un contribuente si reca a pagare alcune rate in Equitalia e “scopre” di avere, nei confronti dell’agente della riscossione, un debito di 80.000 euro.

Non avendo mai ricevuto notifiche o comunicazioni in merito, impugna il debito presso la Commissione Tributaria Provinciale di Lecce, sostenendo l’illegittimità della pretesa a causa proprio della mancata notifica delle cartelle esattoriali e, in aggiunta, la nullità del ruolo,  per mancanza di sottoscrizione dello stesso da parte del Direttore Provinciale dell'Agenzia delle Entrate.

Nel corso del giudizio, Equitalia non ha potuto produrre prova né delle avvenute notifiche né della sottoscrizione del ruolo, quindi la Commissione ha annullato totalmente la somma richiesta da Equitalia.

SENTENZA 1782/2015

Download allegati:
Vota questo articolo
(0 Voti)

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

In collaborazione con:

Contattaci

 

Vai all'inizio della pagina